Pierròt Pensoso

Già dal titolo che ho attribuito a questa mia opera si delinea il fine stesso del quadro. Quel "penso", miei cari amici, è un semplice ma profondissimo invito che umilmente vi viene posto dal sottoscritto; è un personaggio quel Pierròt che vi invita a fermervi un attimo dalla frenesia della giornata media che caratterizza la vita di un uomo contemporaneo.

Dobbiamo cercare di vivere la vita in maniera pensosa, ragionando in termini di bellezza nel nome dell'arte, quella vera, pura, potente e profonda.

Chi del mio bubblico, nel passato e nel presente, ha ammirato il genio picassiano, avrà certo notato dei parallelismi tra questo mio soggetto e l'Arlecchino del 1901 del genio Catalano. Ma già da una prima analisi delle due opere ci si rende conto che il soggetto "blu" di Picasso ha le caratteristiche di un puzzle, perchè la figura sembra ritagliata sulla carta ed è piatta, priva di volumi.

Il mio Pierròt è dipinto in modo da far risaltare l'immagine tridimensionale. Amo profondamente questa mia opera. Con tanto affetto e riconoscenza. GODETEVELO.

Pierròt pensoso